UNIPD e AzzurroDigitale elaborano il metodo per la trasformazione digitale delle imprese

“Per governare un processo di trasformazione bisogna definire una strategia digitale a priori, cercando di realizzarla, convertendola in progetti digitali. Per questo insieme ad Azzurro Digitale abbiamo sviluppato “Make it Clear, Make it Tangible, Make it Real”, un metodo per supportare le aziende nella definizione e nello sviluppo della propria strategia digitale basato sul Design Thinking”.

Ce lo ha raccontato Luca Vendraminelli al primo MondayMeeting di marzo, il talk che ogni due lunedì raduna tutto il team di AzzurroDigitale per condividere progetti, generare idee e ispirarsi.

Luca, dottorando in ingegneria gestionale presso l’Università di Padova, si trova in questo periodo a Cambridge (Massachusetts) in qualità di Visiting Fellow al Laboratory for Innovation Science della Harvard University, per proseguire la ricerca sulla Trasformazione Digitale delle imprese condotta al fianco di AzzurroDigitale e a tutto il team di ricerca del prof. Andrea Vinelli.

Make it Clear, Make it Tangible, Make it Real

Lunedì Luca ci ha raccontato “Make it Clear, Make it Tangible, Make it Real”, un metodo che consente alle aziende di pianificare e realizzare con successo la loro trasformazione digitale. L’approccio, sviluppato con Azzurro Digitale è diventato la base della trasformazione digitale di grandi multinazionali come SAFILO.

Le fasi di questo approccio sono circolari e rappresentano un continuo «learning loop» con cui la fabbrica cresce, muta, si evolve, si digitalizza:

  • Make it clear: in questa fase si definiscono degli obiettivi digitali prioritari cercando di comprendere come la tecnologia può essere utilizzata per il successo aziendale e in che modo è bene indirizzare gli investimenti.
  • Make it tangible: dagli obiettivi digitali si passa ai progetti digitali, così da definire in modo tangibile la strategia digitale. In questo step dei team operativi composti da impiegati verranno creati per generare la strategia.
  • Make it real: in questa fase i progetti vengono concretamente realizzati attraverso un’implementazione day-by-day e la coordinazione dei team di lavoro con specifiche metodologie di project management.

Ascoltare le necessità delle aziende

La ricerca nasce nel 2017, quando emerge tra gli imprenditori la difficoltà nel trovare la giusta strategia per cavalcare l’onda dell’innovazione tecnologica che in questi anni sta investendo imprese e mercati. Governare il processo di trasformazione digitale della propria azienda è un compito estremamente complesso, che coinvolge strumenti e situazioni completamente nuovi e sconosciuti. Questo significa spesso dovere ripensare completamente il proprio modello operativo facendo apparire la trasformazione digitale un grosso problema da affrontare piuttosto che una strategica opportunità da cogliere.

“Make it Clear, Make it Tangible, Make it Real” nasce dall’ascolto dei problemi che i professionisti della manifattura hanno riscontrato nell’adattarsi all’innovazione tecnologica, con l’obiettivo di mettere a disposizione delle aziende una tecnica flessibile per affrontare il problema della digitalizzazione in maniera organizzata e strategica.

“La missione di AzzurroDigitale è essere il partner del cliente per sfruttare al meglio le opportunità della quarta rivoluzione industriale. Per noi le persone sono al centro di tutto: le loro storie sono la nostra fonte di ispirazione e i loro bisogni i nostri input di sviluppo. Questo è ciò che chiamiamo il nostro Human Centered Approach”. Carlo Pasqualetto, CEO di AzzurroDigitale