METIS BLUE BOX: blockchain e machine learning al servizio dell’industria

Metis Blue Box è il nuovo progetto targato AzzurroDigitale scaturito dall’idea che permea la filosofia della startup, ossia trovare risposte ai bisogni delle aziende per mezzo della digitalizzazione.

Nello specifico AzzurroDigitale con il progetto Metis Blue Box vuole rivolgersi ad aziende manifatturiere caratterizzate da una grande quantità di asset produttivi tra cui ad esempio stampi per metallo oppure ad iniezione plastica.

Gli stampi vengono solitamente ceduti in comodato d’uso a fornitori esterni che si impegnano a produrre i pezzi e a garantire la manutenzione degli stessi.

Da qui nasce l’idea di Metis Blue Box, dispositivo Plug and Play che vuole porsi come strumento per tutte quelle aziende che hanno la necessità di rendere trasparente e real time la gestione della supply chain. Attraverso l’utilizzo di una piattaforma di blockchain e di algoritmi avanzati di machine learning, Metis Blue Box comunica in maniera condivisa e chiara l’attività dei propri stampi, locati presso terze parti, con l’obiettivo di rendere real time il flusso informativo.

Come funziona il sistema?

Sandro Belfio, Project Manager Electrolux, sottolinea che Metis Blue Box interviene dando risposte a domande che risultano centrali nel processo di gestione della supply chain manifatturiera:

Dove sono i miei stampi?

Come stanno lavorando?

-Rispettano il tempo ciclo?

Quanto stanno lavorando? Il fornitore è in linea con il piano di produzione?

-Il fornitore esegue la manutenzione programmata?

L’innovazione apportata da Metis si concretizza nel fatto che integrandolo semplicemente allo stampo e connettendolo alla dashboard cloud, tramite PC o cellulare, consente di:

         vedere in real time la posizione GPS dello stampo con contestuale comunicazione tramite una connessione GSM, disponibile in tutto il mondo, così da poter sempre vedere dove si trova lo stampo, in special modo se l’azienda fornitrice è all’estero;

         avere il conteggio immediato e storico della produzione, controllando così quanti pezzi vengono prodotti, fattore fondamentale per evitare ritardi e valutare se gli obiettivi di produzione vengono rispettati.

         Registrare le ore di lavoro e di fermo per ogni turno di produzione

         Misurare le battute e le movimentazioni dello stampo tramite sensoristica e relativi algoritmi avanzati, garantendo che venga rispettato il corretto tempo ciclo, essenziale per la qualità del pezzo stampato.

         Monitorare che la manutenzione venga periodicamente eseguita.

         Certificare le informazioni attraverso l’uso della blockchain.

Metis Blue Box è completamente autonomo, funziona a batterie e soprattutto diventa parte integrante dello stampo prevenendo il rischio di alterazioni e modifiche.

Metis Blue Box è la risposta che AzzurroDigitale ha sviluppato per rispondere ad un’esigenza tipica di quelle realtà manifatturiere che necessitano di tenere sotto controllo un’ampia flotta di cespiti di proprietà, situati presso terze parti. Ancora una volta la partnership vincente si sostanzia grazie alla fiducia e alla collaborazione di una multinazionale internazionale, Electrolux, che attraverso il proprio programma di “Startup Ecosystem Nurturing” ha condiviso un bisogno industriale chiaro e ha supportato una startup, AzzurroDigitale, nello sviluppo della soluzione. Ringrazio quindi Emanuele Quarin, Digital Transformation Director, e Beatrice Maestri, Open Innovation Leader, per aver voluto condividere la challenge con noi e per dimostrare giorno dopo giorno come le corporate internazionali illuminate creino un enorme ritorno per l’ecosistema dell’Innovazione”.

Carlo Pasqualetto, Co-Founder e CEO AzzurroDigitale